Azienda per i Servizi Sanitari n°1 - Triestina | Regione Friuli Venezia Giulia
salta il menù di navigazione  ASS1 Azienda per i Servizi Sanitari n 1 - Triestina | Regione Friuli Venezia Giulia HPH
Guida utile a  b  c  d  e  f  g  h  i  l  m  n  o  p  q  r  s  t  u  v  z  Come usare la guida
Sei in: Home page » Guida utile » Scheda

Guida utile

LETTI

L'Assistenza Protesica disciplina l'erogazione degli ausili, protesi e ortesi che possono aiutare le persone con disabilità a migliorare la propria autonaomia e gli addetti alla loro assistenza.

La normativa che regola l'Assistenza Protesica è contenuta nel Decreto Ministeriale del 27 agosto 1999, n. 332, che include anche un dettagliato elenco di tutto ciò che può essere fornito. In sintesi:

Ausili
- per la postura e la stabilizzazione, ecc.
- per la mobilità e la deambulazione: carrozzine, passeggini, seggioloni, deambulatori, stampelle, tripodi, biciclette e motocarrozzine, ecc.
- per la cura e la protezione personale: rialzo wc, sedia per doccia, sedia comoda, coprimonconi, ecc.
- per la prevenzione e cura dei decubiti: cuscini antidecubito, traverse, materassi, ecc.
- per non vedenti: termometri, orologi, bastoni, stampanti braille, sintetizzatori vocali, ingranditori, lettori, ecc.
- per non udenti: comunicatori telefonici, sistemi di trasmissione del suono, ecc.
- per il sollevamento: sollevatori e montascale
- per la comunicazione interpersonale: laringofoni e comunicatori, ecc.
- attinenti la funzione respiratoria e il recupero delle funzioni alimentari

Ortesi
- spinali: corsetti, busti, collari e ausili per la terapia dell'ernia, ecc.
- per arto superiore e arto inferiore: docce, tutori, plantari, calzature ortopediche, ecc.
- per ipovedenti: occhiali
- per ipoacusici: apparecchi acustici

Protesi per arto superiore e inferiore, protesi mammarie e protesi oculari

Letti e supporti per alzarsi dal letto.

Una persona maggiorenne, per usufruire dell'Assistenza Protesica, deve essere riconosciuta invalido civile oppure invalido per causa di guerra o di servizio.

Se non hai ancora ottenuto il certificato di invalidità, ma hai da poco presentato la domanda per ottenerla, la ricevuta della domanda, con il certificato medico allegato, assume la stessa validità.

Se hai necessità di una protesi, invece, non è necessario il riconoscimento dell'invalidità.

GLi iter possibili sono due:

1)
Un medico specialista per il problema della persona interessata (fisiatra, otorino, oculista, pneumologo, ecc.), convenzionato con il SSN, dovrà compilare una prescrizione individuando l'ausilio, la protesi o l'ortesi necessaria. Con la prescrizione si può ottenere un preventivo presso un'ortopedia o negozio convenzionato di tua fiducia.
La prescrizione ed il preventivo vanno poi consegnati all'Ufficio di Assistenza Protesica del Distretto di appartenenza, che autorizzerà l'acquisto, dopo aver verificato che siano presenti le condizioni necessarie (la sussistenza del diritto, la pertinenza dell'ausilio con l'invalidità dichiarata, che sia trascorso il tempo minimo in caso di rinnovo, ecc).

2) Se si desidera velocizzare la procedura descritta, si ha difficoltà ad uscire di casa o si è insicuri nella scelta dell'ausilio, è possibile rivolgersi direttamente alla S.S. dipartimentale Riabilitazione del Distretto di appartenenza, con una richiesta di "consulenza per ausili"del proprio medico di medicina generale (medico di base).
Un fisioterapista, un logopedista, un medico fisiatra o foniatra accompagneranno la persona in questo percorso, venendo a casa, facendo provare, se possibile, gli ausili necessari e occupandosi di tutte le pratiche burocratiche, compresa la prescrizione che verrà fatta dal medico fisiatra della Struttura stessa, del preventivo di un'ortopedia convenzionata di fiducia e dell'autorizzazione.

Se si è genitori di un ragazzo minore, non è necessario che quest'ultimo sia riconosciuto invalido civile, ma è sufficiente che il medico specialista riconosca la necessità della fornitura e faccia la prescrizione.
La procedura rimane la stessa, sarà necessario solamente rivolgersi alla S.S. Tutela Salute Bambino e Adolescente del Distretto di appartenenza per chiedere il necessario supporto professionale.

Ulteriori informazioni su alcuni ausili:

Sia per ottenere un letto a domicilio che un materasso antidecubito è possibile rivolgersi alla Struttura Semplice dipartimentale Riabilitazione o alla Struttura Semplice Cure Ambulatoriali e Domiciliari, Continuità Terapeutica del proprio Distretto: un fisioterapista o un infermiere verrà a casa per stabilire con l'interessato l'ausilio più idoneo alle sue necessità. I materassi antidecubito sono ausili che servono a prevenire o a curare le lesioni da decubito di una persona dichiarata ad alto rischio di lesione secondo la valutativa Northon.

In caso di persone non vedenti nel certificato di invalidità civile deve essere riportata la voce "residuo visivo non superiore a un decimo ad entrambi gli occhi con eventuale correzione".
Per i minori, in caso di problemi alla vista, è sufficente che il medico specialista riconosca la necessità della fornitura "ambliopia (conosciuta come occhio pigro) ad entrambi gli occhi" e faccia la prescrizione.

In caso di persone non udenti nel certificato d'invalidità civile dev'essere riportata la voce "ipoacusia superiore a un terzo" che viene certificata dopo un esame audiomedico.

Per quanto riguarda i plantari e le scarpe ortopediche, con una richiesta del medico di medicina generale di "visita fisiatrica per eventuale formitura plantari" ovvero "per eventuale fornitura scarpe" è possibile prenotare la visita specialistica con il fisiatra tramite CUP. Si seguirà poi l'iter indicato al punto 1).

Se invece si desidera rivolgersi direttamente alla Struttura Semplice Riabilitazione del Distretto di appartenenza (iter 2), la richiesta del medico di base sarà di "valutazione funzionale per eventuale fornitura plantari" ovvero "per eventuale fornitura scarpe".

Per maggiori informazioni, o per consultare l'elenco completo degli ausili protesici, è possibile rivolgersi all'Ufficio Assistenza Protesica del proprio Distretto (vedi "Sedi di riferimento a fondo pagina).


ALTRE INFORMAZIONI

Contributo acquisto e adattamento di autoveicoli per disabili
È possibile presentare alla Regione FVG (Direzione Salute e Protezione Sociale) domanda per la concessione di contributo per l'acquisto e l'adattamento di autoveicoli per il trasporto personale di disabili fisici e per il conseguimento dell'abilitazione alla guida (patente A, B e C speciale).

Per saperne di più visita il sito della Regione FVG – Autoveicoli per disabili fisici: contribuiti per acquisto e adattamento.

Contributo per modifica-adattamenti di guida
I titolari di patente di guida speciale, possono richiedere la concessione di un contributo, pari al 20% della spesa sostenuta, per la modifica degli strumenti di guida della propria vettura.

La richiesta di contributo va inoltrata, entro 60 giorni dai lavori di modifica, presso l'Ufficio Assistenza Invalidi del proprio distretto di appartenenza (vedi A quale distretto appartieni?", fornendo la seguente documentazione:

- Certificato di residenza in carta semplice o autocertificazione ;
- Patente di guida in fotocopia autenticata;
- Libretto di circolazione in fotocopia autenticata;
- Fattura dei lavori di modifica agli strumenti di guida del veicolo (eseguiti direttamente dalla fabbrica o da altra ditta), anche in fotocopia autenticata;
- Dichiarazione che per lo stesso ammontare di spesa non sono stati richiesti e/o ottenuti contributi a carico del bilancio dello Stato o di altri Enti pubblici. Diversamente dichiarare l'Ente pubblico erogatore e l'entità del contributo ricevuto;
- Dichiarazione di non aver richiesto a nessun ente contributi per l'acquisto di ausili atti all'adattamento per la guida del veicolo.


Link Utili:
- Superabile.it (Inail) - Il contact center per il mondo della
disabilità


Vedi anche:
- Riabilitazione Domiciliare


Sedi di riferimento:

STRUTTURA SEMPLICE DIPARTIMENTALE RIABILITAZIONE - DISTRETTO 1


STRUTTURA SEMPLICE DIPARTIMENTALE RIABILITAZIONE - DISTRETTO 2


STRUTTURA SEMPLICE DIPARTIMENTALE RIABILITAZIONE - DISTRETTO 3


STRUTTURA SEMPLICE DIPARTIMENTALE RIABILITAZIONE - DISTRETTO 4




Ultima modifica effettuata il 30/12/2011 alle ore 10:01:58

                                          Valid CSS!    Valid HTML 4.01!