Azienda per i Servizi Sanitari n°1 - Triestina | Regione Friuli Venezia Giulia
salta il menù di navigazione  ASS1 Azienda per i Servizi Sanitari n 1 - Triestina | Regione Friuli Venezia Giulia HPH
Guida utile a  b  c  d  e  f  g  h  i  l  m  n  o  p  q  r  s  t  u  v  z  Come usare la guida
Sei in: Home page » Guida utile » Scheda

Guida utile

RICONOSCIMENTO INVALIDITÀ CIVILE

La legge definisce invalido civile:
  • il cittadino affetto da infermità invalidanti non più migliorabili, che determinano una sensibile riduzione in misura pari o superiore al 34% o la perdita totale della capacità lavorativa genericamente intesa, di età compresa tra i 18 ed i 65 anni
  • i minorenni e gli anziani con difficoltà persistenti a compiere gli atti quotidiani della vita o non autosufficienti d'età superiore ai 65 anni
  • i ciechi ed i sordomuti
Sono escluse le situazioni già riconosciute come dipendenti da causa di guerra, di servizio e/o di lavoro.

Per la presentazione di nuove domande di concessione di benefici economici le persone dovranno invece rivolgersi all'INPS – via Sant'Anastasio 5 – II piano – tel. 040 3781 - 356 / 360 / 280 – da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 12.30, il lunedì e il giovedì anche dalle 14.30 alle 16.30.
(Art. 20 D.L. n.78/2009 convertito con modificazioni nella L. 102/2009)

VISITA MEDICA PER L'INVALIDITÀ CIVILE

È necessario presentarsi alla visita, nella data fissata, con:

  • un documento d'identità valido
  • la documentazione clinica - di recente rilascio - attestante lo stato di salute (es. cartelle cliniche d'eventuali ricoveri, certificazioni di visite specialistiche effettuate, prescrizioni mediche, fisioterapie praticate, referti di radiografie ed di altri accertamenti diagnostici o esami eseguiti, prescrizioni mediche, documenti relativi alle terapie in atto, ecc.).
Tutta la documentazione sanitaria integrativa deve essere fornita in FOTOCOPIA al momento della visita medica per essere trattenuta agli atti.

La persona interessata è sottoposta a visita da parte di una delle Commissioni Mediche costituite presso l'Azienda Sanitaria, che valuta il grado d'invalidità in base alla documentazione clinica presentata e all'accertamento delle condizioni di salute. Durante la visita il richiedente può avvalersi (a proprie spese) dell'assistenza di un medico di fiducia.

Chi è assente alla visita, verrà nuovamente convocato.
La mancata presentazione anche alla visita successiva sarà considerata a tutti gli effetti come una rinuncia alla domanda, con perdita di efficacia della stessa.

I BENEFICI

  • Benefici di tipo economico
Pensione per le persone di età tra i 18 e i 65 anni, in base alla condizione economica e lavorativa. In ogni caso la percentuale d'invalidità riconosciuta non deve essere inferiore al 74%.

Indennità di accompagnamento per le persone non autosufficienti di qualsiasi età ed indipendentemente dalla condizione economica.

Indennità mensile di frequenza per minorenni invalidi.
Il beneficio viene attribuito nei casi di frequenza continua o anche periodica di centri ambulatoriali o di centri diurni, pubblici o privati accreditati, specializzati nel recupero di persone portatrici di handicap. Il beneficio spetta anche ai minorenni in situazione di handicap che frequentano scuole pubbliche o private a partire dalla scuola materna oppure Centri di formazione o addestramento finalizzati al reinserimento sociale dei soggetti invalidi.

Indennità di cieco civile

Indennità di comunicazione
  • Benefici di altro tipo:
Percentuale d'invalidità riconosciuta uguale o superiore a: Beneficio
34% Fornitura di protesi gratuita
46% Iscrizione nelle liste speciali per il collocamento obbligatorio
67% Tessere di trasporto agevolato degli autobus per invalidi civili, ex deportati, invalidi di guerra e altri
Variabile in base alla percentuale di invalidità riconosciuta Esenzione dal ticket su prestazioni sanitarie


Inoltre:
  • Agevolazioni fiscali (es. esonero tasse universitarie, ecc.)


In particolare, per quanto riguarda il riconoscimento dell'handicap, ex L.104/92 (Legge quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate):

Le Commissioni Mediche per l'accertamento dell'invalidità civile, integrate da un operatore sociale e da un esperto nei casi da esaminare, provvedono anche all'accertamento dello stato di handicap, che ai sensi della L. 104/92, può dar titolo ai seguenti benefici:

  1. Collocamento lavorativo con mansioni compatibili
  2. Precedenza nell'assegnazione della sede lavorativa, se vincitori di concorso presso Enti Pubblici
  3. Permessi mensili per il lavoratore in stato di handicap grave o per il familiare fino al 3° grado che lo assiste in maniera continuativa
  4. Esenzione dal pagamento del bollo auto per i possessori di autoveicoli modificati ad uso della persona portatrice di handicap [sul sito dell'Agenzia delle Entrate, nella sezione"Guide Fiscali", è disponibile la "Guida alle agevolazioni per i disabili" (aggiornamento marzo 2013)
  5. Contributi regionali per l'acquisto della prima casa
Vedi anche:
- Sito Regione FVG - Contributo per acquisto e adattamento di autoveicoli per disabili

Le procedure per la domanda, gli sportelli e gli uffici competenti sono gli stessi dell'invalidità civile.

 NORMATIVA di RIFERIMENTO - scheda Domanda per l'Accertamento Invalidità Civile... [ 18.2 Kb] pdf


Sedi di riferimento:

STRUTTURA COMPLESSA ACCERTAMENTI CLINICI - UFFICIO INVALIDI CIVILI (ACCERTAMENTI SANITARI)




Ultima modifica effettuata il 26/03/2014 alle ore 13:44:53

                                          Valid CSS!    Valid HTML 4.01!