PEC - Posta Elettronica certificata

Indirizzo PEC ASUITs: asuits@certsanita.fvg.it

I messaggi inviati via PEC all'AUITs, che non rispettano le regole per l'invio e le indicazioni su formati e dimensioni sotto riportate, potrebbero non essere accettati.
Si invita quindi a leggere con attenzione le indicazioni fornite.

  •    sommario   

Regole per l’invio di messaggi PEC all'ASUITs

Inviando una mail all’indirizzo di Posta Elettronica Certificata di ASUITs, i soggetti privati e pubblici potranno legalmente comunicare e trasmettere documenti ad ASUITs per via telematica.

Il messaggio e i documenti allegati verranno ricevuti dal Protocollo Generale e inoltrati agli uffici competenti. Per rendere più efficace il corretto smistamento da parte del Protocollo Generale, il mittente dovrà indicare, all’inizio del messaggio di posta elettronica, l’ufficio destinatario competente per materia.

Per ciascun documento / argomento dovrà essere inviato un unico messaggio PEC.
Esempi: per trasmettere 3 domande di partecipazione a 3 diversi concorsi – seppur da parte dello stesso candidato – dovranno essere inviati 3 messaggi PEC distinti, uno per ogni domanda di concorso. Una ditta che debba inviare 2 offerte, dovrà inviare 2 messaggi PEC distinti, uno per ogni offerta.

Alla casella PEC di AOUTS sono accettati messaggi provenienti da altre caselle PEC sia di altre Pubbliche Amministrazioni che di privati cittadini, ma sono accettati anche messaggi provenienti da caselle di posta elettronica non certificata, purché il messaggio e/o gli allegati siano stati sottoscritti con firma digitale valida, il cui certificato sia rilasciato da un certificatore accreditato.

Formati dei file inviabili e strutture di imbustamento

Al fine di garantire la dovuta conservazione di legge, alla casella di PEC devono pervenire file che non contengano macroistruzioni né codici eseguibili e che abbiano i formati elencati in calce, e non altri.
Quindi si suggerisce di inviare preferibilmente documenti “.pdf” o “pdf.p7m” o comunque altro formato solo tra quelli validi.

Messaggi che abbiano allegati di formato diverso NON verranno accettati e l’intero messaggio si intenderà come NON PERVENUTO.
Tra i formati più comuni attenzione quindi a non allegare documenti .doc o .xls perché l’intero messaggio verrà rifiutato. Attenzione a non allegare file .zip o .rar perché anche in tal caso l’intero messaggio verrà rifiutato.


Ai fini dell’invio in conservazione a norma, sarà privilegiato, ove possibile, l’utilizzo del formato PDF/A.
In base all’ articolo 21, comma 2, del d.lgs. 7 marzo 2005, n. 82 (Codice dell’amministrazione digitale - CAD), confermato dalle regole tecniche di cui al DPCM 22 febbraio 2013, il documento informatico non deve contenere macroistruzioni o codici eseguibili.

Di seguito vengono elencate le tipologie di file accettati, ai sensi dell’allegato 2 al DPCM 3 dicembre 2013, “Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi 3 e 5-bis, 23-ter, comma 4, 43, commi 1 e 3, 44 , 44-bis e 71, comma 1, del Codice dell’amministrazione digitale di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005”:

• PDF formato PDF o PDFA – tipo MIME application/pdf
• GIF – tipo MIME image/gif
• JPG e JPEG – tipo MIME image/jpeg
• TIF e TIFF – tipo MIME image/tiff
• BMP – tipo MIME image/bmp
• RTF – tipo MIME application/rtf
• TXT – tipo MIME text/plain
• XML – tipo MIME application/xml, text/xml
• HTML – tipo MIME text/html
• DOCX – tipo MIME application/vnd.openxmlformats-officedocument.wordprocessingml.document  (Office Open XML)
• PPTX – tipo MIME application/vnd.openxmlformats-officedocument.presentationml.presentation (Office Open XML)
• XLSX – tipo MIME application/vnd.openxmlformats-officedocument.spreadsheetml.sheet (Office Open XML)
• ODT – tipo MIME application/vnd.oasis.opendocument.text
• ODP – tipo MIME application/vnd.oasis.opendocument.presentation
• ODG – tipo MIME application/vnd.oasis.opendocument.graphics
• ODB – tipo MIME application/vnd.oasis.opendocument.base
• ODS – tipo MIME application/vnd.oasis.opendocument.spreadsheet
• EML (rfc822, rfc2822) – tipo MIME message/rfc822 e message/rfc2822

Marche temporali:
• TimeStampResponse: .TSR
• TimeStampToken: .TST e .TS
Formati di sottoscrizione:
• Busta di firma CAdES-BES: .P7M
• Firma PAdES: .PDF
• Firma XAdES: .XML

File che contengono altri file:
• TimeStampedData: .TSD
• File firmato digitalmente e marcato: .M7M

Cui si aggiungono i formati utilizzati per la produzione di documenti sanitari:
• CDA2 estensione del documento clinico strutturato CDA (Clinical Document Architecture di Health Level 7)
• RTF estensione del file in formato RTF (Rich Text Format)
• DICOM, senza estensione - standard DICOM - utilizzati per le immagini diagnostiche

Le dimensioni dei messaggi via PEC:

La casella PEC accetta messaggi di grandezza complessiva di 30Mb cadauno.
Qualora sia indispensabile inviare alla casella PEC messaggi i cui allegati abbiano complessivamente più di 30MB ci si deve comportare nel seguente modo:
- verificare tutti gli allegati e salvarli nel formato che produce minor peso (per esempio per le scannerizzazioni, abbassare la qualità pur mantenendo la leggibilità);
- dividere gli allegati tra più messaggi in modo che nessuno superi i 30MB;
-   inviare i messaggi di seguito, tutti con medesimo oggetto in calce al quale deve comparire la dicitura: “quota parte messaggio” e l’indicazione del progressivo sul totale, per esempio “quota parte messaggio 2 di 3”.

torna su
ultima modifica: 30 aprile 2016 Commenti / Suggerimenti